È notte, alcuni movimenti sospetti fanno scattare l’allarme della vostra casa. Pochi minuti dopo un’automobile del servizio di vigilanza è davanti alla vostra abitazione (o azienda o esercizio commerciale) controllando la situazione. Ma come ci è arrivata?

Ogni qualvolta scatta un allarme, un segnale viene inviato alla Centrale Operativa, quello che può dirsi il cuore pulsante di ogni servizio di vigilanza. Attiva 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, riceve e processa tutte le informazioni necessarie a garantire la vostra sicurezza.

Al suo interno vi si trovano sempre due Operatori di Centrale, guardie giurate con notevole esperienza sul campo, che hanno il compito di monitorare tutti gli impianti collegati alla Centrale e decidere come agire in caso di necessità. È necessario che gli operatori, e in particolar modo il responsabile, abbiano alle spalle anni di vigilanza. Sulle loro decisioni si basa l’intera rete, la quale non è composta solo da impianti anti-intrusione e di videosorveglianza, ma anche da sistemi antincendio, antiallagamento, di controllo di eventuali fughe di gas, di malfunzionamenti di impianti di riscaldamento e refrigerazione o ascensori o centri elaborazione dati, ecc.

Quando l’impianto rileva qualcosa di anomalo e lo comunica alla Centrale, viene immediatamente incaricata via radio la pattuglia più vicina di recarsi a controllare. La guardia giurata della pattuglia incaricata riceve automaticamente sul dispositivo GPS tutte le informazioni necessarie: indirizzo da raggiungere, percorso più rapido, informazioni sul tipo di allarme scattato, sul cliente e sull’obiettivo da controllare e proteggere. Il compito di questa è accertarsi delle cause che hanno provocato il segnale d’allarme e nel caso di irregolarità comunicarlo prontamente alla Centrale. Da qui vengono poi allertate una seconda pattuglia, le Forze dell’Ordine ed il cliente. Una volta giunta la seconda, se il cliente ha fornito le chiavi, viene effettuata un’ispezione interna all’edificio. Il tutto è ovviamente annotato dalle guardie giurate in un verbale che viene poi inviato alla Centrale in modo che, sulla base di questo, scelga se far piantonare o meno lo stabile fino a quando la situazione non sarà rientrata alla normalità.

Come intuibile, è fondamentale che la comunicazione tra l’impianto e la Centrale funzioni sempre perfettamente e perciò tra i compiti di quest’ultima vi è anche la costante verifica del sistema di collegamento. Inoltre, se il collegamento dovesse interrompersi, la Centrale opererà subito un controllo per accertarsi che la sospensione non sia di origine sospetta, nel qual caso invia in loco una pattuglia.

Nel caso di un impianto con videosorveglianza, gli Operatori di Centrale hanno la possibilità di visionare le immagini ed accertarsi a distanza che non si tratti di un falso allarme; per questo tipo di impianti è previsto inoltre un servizio per il quale ogni giorno gli operatori visionano le registrazioni delle videocamere ad alta velocità, verificando l’eventuale presenza di situazioni anomale.

Si tratta di operazioni complesse che possono essere svolte solo grazie alla dotazione di tecnologie di ultima generazione ed in continuo aggiornamento quali:

  • trasmissione dati in GSM/GPRS tramite ricezione da trasmettitori proprietari e standard;
  • trasmissione sul canale TCP-IP;
  • trasmissioni radio in UHF e VHF con rete di copertura radio geografica localizzata nelle province di presenza diretta di una filiale di Cittadini dell’Ordine – Südtiroler Ronda;
  • trasmissione video in GPRS e TCP-IP tramite ricezione da trasmettitori proprietari e i principali modelli di trasmettitori
  • presenti sul mercato;
  • trasmissione di segnali telefonici digitali in tutti i principali protocolli di comunicazione (Contact-ID, Ademco, ecc.);
  • trasmissione di segnali georeferenziati da sistemi satellitari.

La Centrale Operativa è un luogo di massima sicurezza dove non è permesso l’accesso a chiunque non possegga un’adeguata autorizzazione ed è per questo strutturata in modo da non consentire intrusioni o manomissioni di ogni genere.

La Centrale Operativa è ciò che rende una rete di sorveglianza affidabile e garantisce sicurezza e copertura sul territorio. Una Centrale Operativa funzionante consente non solo il più rapido intervento nel caso di effrazioni o problemi di ogni genere, ma anche un’efficace prevenzione.

E, come sempre in questi casi, meglio prevenire.