Quando un ladro prova ad entrare nella vostra abitazione per rubare, tutto si svolge in pochissimi minuti. Ecco perché è importante che anche le contromisure siano pensate per essere quanto più tempestive possibile. Nei prossimi paragrafi cercheremo di dare un’idea di tutto ciò che accade da quando si verifica l’intrusione a quando si conclude l’intervento della vigilanza privata.

Ladro in casa

Notte inoltrata. Qualche minuto dopo le due e mezza qualcuno ha forzato la porta di casa e si aggira furtivo per le stanze. I proprietari sono partiti giusto la mattina per un weekend fuori porta, non c’è alcun dubbio: si tratta di un ladro.

Suona l’allarme antifurto

Non tutto è però perduto, l’abitazione è infatti dotata di un sistema d’allarme antifurto che si è attivato non appena ha rilevato il tentativo di intrusione. La sirena potrebbe attirare i sospetti del vicinato, il ladro dovrà agire in fretta e non potrà portare comodamente a termine il suo progetto criminoso.

Cosa rubare per primo?

Il tempo scorre, la sirena è ancora attiva e da qui a pochi minuti qualcuno potrebbe avvisare le Forze dell’Ordine. Un ladro esperto tuttavia è preparato a questa eventualità e sa cosa ha la priorità nella sua “lista della spesa”: contanti, carte credito e tutto ciò che di valore sia anche facile da trasportare.

Il collegamento alla Centrale Operativa

Fortunatamente l’allarme è collegato alla Centrale Operativa di un istituto di vigilanza e, nello stesso istante in cui la sirena ha iniziato a suonare, un segnale è stato inviato alla Centrale, dove gli Operatori hanno ordinato alla pattuglia più vicina di recarsi all’abitazione per un controllo.

Arrivano i nostri!

In pochi minuti la Guardia Giurata è sul luogo e, notati i segni di effrazione, avvisa prontamente la Centrale Operativa, prosegue l’ispezione e controlla che nessuno possa uscire.

Viene dato l’allarme

Avvisata dalla Guardia Giurata giunta sul luogo, la Centrale Operativa si premura immediatamente di avvisare le Forze dell’Ordine. Allo stesso tempo invia sul luogo dell’effrazione anche una seconda pattuglia per aumentare le probabilità di riuscita dell’intervento.

Tutto bene quel che finisce bene

Missione compiuta. Le Guardie Giurate hanno raggiunto il loro obiettivo e i piani del ladro sono saltati. Che sia stato messo in fuga dalle pattuglie dell’istituto di vigilanza privata o colto in flagrante, il ladro non sarà riuscito ad impadronirsi di tutto ciò che voleva e il cliente dell’istituto di vigilanza privata avrà certamente limitato i danni.